Ho scaricato e installato Windows 8 Consumer Preview, e dopo due giorni di uso posso dare le mie impressioni, dopo il Continua.

L’articolo è stato aggiornato in data 03/03/2012.

 Premetto che non ho uno schermo Touchscreen, quindi vado con Mouse e Tastiera. Inoltre, ho fatto queste prove solo su una macchina virtuale. Ho comunque intenzione di installare Windows 8 su un PC fisico a breve. Ho installato Windows 8 su una macchina fisica, e condurrò le prove su questa macchina dal paragrafo “Il Desktop di Windows 8”.

 L’installazione e il primo avvio

Inizio dicendo che usare Windows 8 in versione 64 Bit (su un Computer ovviamente 64 Bit) in una macchina virtuale porta ad un problema facilmente risolvibile tramite il BIOS. Se ricevete un errore durante l’avvio (dicendo che il sistema non è a 64 Bit), andate nel BIOS e attivate la virtualizzazione. Il problema sarà risolto.

L’installazione non è cambiata tanto da quella già vista con Windows Vista e 7. Sulla macchina virtuale ci ha messo poco più di 15 minuti per installarsi ed avviarsi.

Durante la configurazione, ci chiederà di associare il Windows Live ID. Io l’ho associato al mio Account Gmail, e l’integrazione è semplicemente ottima (ne parlerò più avanti).

Al primo avvio, si presenterà una piccola schermata di Lockscreen, in cui già fa capire com’è l’interfaccia Metro. Bisogna trascinarla in alto per accedere.

 

Personalmente, non condivido molto il fatto che non si possa disattivare questa funzionalità. La trovo utile per un Tablet, ma non per un PC domestico.

Lo Sfondo si può liberamente modificare, scegliendo tra quelle predefinite oppure personalizzate.

Ci troveremo poi davanti alla schermata di selezione utente. A qualcuno potrebbe venire la nostalgia delle colorate schermate presenti in Windows Vista o Windows 7, altri potrebbero gradire lo stile minimalista. Il colore cambia a seconda delle impostazioni.

Il nome e cognome li ha presi dall’Account Gmail, così come la Password. E’ possibile creare comunque un account solo locale (ne parlerò più avanti).

L’interfaccia Metro

A molti non piace la nuova interfaccia Metro, ma io la trovo grandiosa. Al primo avvio, si presenta più o meno così:

Tutti questi quadratoni (chiamati Tile e Live Tile) sono applicazioni in Metro-Design.

Tramite la rotellina del Mouse o la barra in basso si può navigare nel Menù.

Cliccando su una qualsiasi applicazione, questa si aprirà a schermo intero.

Si può tornare allo Start premendo il tasto Win, ma l’App non si chiuderà. Per chiuderla, bisogna trascinare il bordo alto in basso.

Trascinando un’icona verso il lato sinistro o destro si può creare una nuova pagina nel Menù. Vedere tutte le pagine in anteprima, bisogna cliccare quel minuscolo tastino in basso a destra.

I Tile si distinguono in tre versioni: quelli normali (i Tile), quelli dinamici (i Live Tile) e quelli che avviano un’applicazione Desktop.

Qui sotto c’è un semplice schemino. Il Live Tile di Cut The Rope indica le stelline ottenute.

Una funzionalità che è possibile usare con uno schermo WideScreen è la possibilità di eseguire due App Metro contemporaneamente. Per farlo, è sufficiente trascinare il lato alto verso quello sinistro o destro. Una volta posizionata l’App, basta tornare al menù e si vedranno entrambi. Per cambiare applicazione, basta trascinare il bordo verso sinistra/destra.

E’ anche possibile vedere un’App Metro e il Desktop nella stessa schermata!

 

Il Desktop di Windows 8

Anche se non assume più un ruolo principale, il Desktop c’è e funziona.

Il Tile del Desktop cambierà a seconda dello sfondo. Noterete la mancanza del menù Start. Questo si può richiamare andando nell’angolo in basso a sinistra e cliccando, oppure posizionarsi nel lato destro e cliccare su Start. Si può anche richiamare con il tasto Win.

Il Desktop si può richiamare senza problemi da Win+D in qualsiasi applicazione Metro.

Inoltre, Aero Peek c’è ma non si vede. Il tasto nel lato destro della TaskBar – già visto in Windows 7 – è stato nascosto. Inoltre, non c’è (più?) l’effetto per vedere istantaneamente il Desktop. Win+Space ha assunto invece il ruolo del cambio lingua.

Anche Esplora Risorse ha avuto un leggero cambiamento. Infatti, è ora presente l’interfaccia Ribbon, usata in Paint, Office e altre applicazioni Microsoft (e non!).

Da segnalare anche la scomparsa della storica bandiera di Windows, lasciando spazio ad una finestra che (nella barra laterale destra) cambia colore a seconda del tema

A me piace il nuovo logo, ma, secondo me, almeno i colori della bandiera potevano lasciarli!

Per chi fosse nostalgico della precedente bandiera, se si esegue una prova di stampa verrà il logo di Windows con la bandierina.

Altre modifiche

Le modifiche che al momento ho notato sono veramente tante, ma mi limiterò a fare un rapido elenco.

Commento finale

Per me, Windows 8 è un prodotto già maturo adesso (anche se ovviamente con qualche lacuna). Lo stile Metro può piacere o non piacere, però Microsoft dovrebbe dare la possibilità di disattivarlo.

Il sistema è veloce e scattante, l’avvio richiede pochissimo tempo. Dopo un po’ si ci abitua alla nuova interfaccia, e diventerà tutto automatico una volta presa confidenza.

Non vi resta che scaricarlo e provarlo voi stessi!

Cosa ne pensate del nuovo Windows 8?

Ho scaricato e installato Windows 8 Consumer Preview, e dopo due giorni di uso posso dare le mie impressioni, dopo il Continua.

L’articolo è stato aggiornato in data 03/03/2012.

 Premetto che non ho uno schermo Touchscreen, quindi vado con Mouse e Tastiera. Inoltre, ho fatto queste prove solo su una macchina virtuale. Ho comunque intenzione di installare Windows 8 su un PC fisico a breve. Ho installato Windows 8 su una macchina fisica, e condurrò le prove su questa macchina dal paragrafo “Il Desktop di Windows 8”.

 L’installazione e il primo avvio

Inizio dicendo che usare Windows 8 in versione 64 Bit (su un Computer ovviamente 64 Bit) in una macchina virtuale porta ad un problema facilmente risolvibile tramite il BIOS. Se ricevete un errore durante l’avvio (dicendo che il sistema non è a 64 Bit), andate nel BIOS e attivate la virtualizzazione. Il problema sarà risolto.

L’installazione non è cambiata tanto da quella già vista con Windows Vista e 7. Sulla macchina virtuale ci ha messo poco più di 15 minuti per installarsi ed avviarsi.

Durante la configurazione, ci chiederà di associare il Windows Live ID. Io l’ho associato al mio Account Gmail, e l’integrazione è semplicemente ottima (ne parlerò più avanti).

Al primo avvio, si presenterà una piccola schermata di Lockscreen, in cui già fa capire com’è l’interfaccia Metro. Bisogna trascinarla in alto per accedere.

 

Personalmente, non condivido molto il fatto che non si possa disattivare questa funzionalità. La trovo utile per un Tablet, ma non per un PC domestico.

Lo Sfondo si può liberamente modificare, scegliendo tra quelle predefinite oppure personalizzate.

Ci troveremo poi davanti alla schermata di selezione utente. A qualcuno potrebbe venire la nostalgia delle colorate schermate presenti in Windows Vista o Windows 7, altri potrebbero gradire lo stile minimalista. Il colore cambia a seconda delle impostazioni.

Il nome e cognome li ha presi dall’Account Gmail, così come la Password. E’ possibile creare comunque un account solo locale (ne parlerò più avanti).

L’interfaccia Metro

A molti non piace la nuova interfaccia Metro, ma io la trovo grandiosa. Al primo avvio, si presenta più o meno così:

Tutti questi quadratoni (chiamati Tile e Live Tile) sono applicazioni in Metro-Design.

Tramite la rotellina del Mouse o la barra in basso si può navigare nel Menù.

Cliccando su una qualsiasi applicazione, questa si aprirà a schermo intero.

Si può tornare allo Start premendo il tasto Win, ma l’App non si chiuderà. Per chiuderla, bisogna trascinare il bordo alto in basso.

Trascinando un’icona verso il lato sinistro o destro si può creare una nuova pagina nel Menù. Vedere tutte le pagine in anteprima, bisogna cliccare quel minuscolo tastino in basso a destra.

I Tile si distinguono in tre versioni: quelli normali (i Tile), quelli dinamici (i Live Tile) e quelli che avviano un’applicazione Desktop.

Qui sotto c’è un semplice schemino. Il Live Tile di Cut The Rope indica le stelline ottenute.

Una funzionalità che è possibile usare con uno schermo WideScreen è la possibilità di eseguire due App Metro contemporaneamente. Per farlo, è sufficiente trascinare il lato alto verso quello sinistro o destro. Una volta posizionata l’App, basta tornare al menù e si vedranno entrambi. Per cambiare applicazione, basta trascinare il bordo verso sinistra/destra.

E’ anche possibile vedere un’App Metro e il Desktop nella stessa schermata!

 

Il Desktop di Windows 8

Anche se non assume più un ruolo principale, il Desktop c’è e funziona.

Il Tile del Desktop cambierà a seconda dello sfondo. Noterete la mancanza del menù Start. Questo si può richiamare andando nell’angolo in basso a sinistra e cliccando, oppure posizionarsi nel lato destro e cliccare su Start. Si può anche richiamare con il tasto Win.

Il Desktop si può richiamare senza problemi da Win+D in qualsiasi applicazione Metro.

Inoltre, Aero Peek c’è ma non si vede. Il tasto nel lato destro della TaskBar – già visto in Windows 7 – è stato nascosto. Inoltre, non c’è (più?) l’effetto per vedere istantaneamente il Desktop. Win+Space ha assunto invece il ruolo del cambio lingua.

Anche Esplora Risorse ha avuto un leggero cambiamento. Infatti, è ora presente l’interfaccia Ribbon, usata in Paint, Office e altre applicazioni Microsoft (e non!).

Da segnalare anche la scomparsa della storica bandiera di Windows, lasciando spazio ad una finestra che (nella barra laterale destra) cambia colore a seconda del tema

A me piace il nuovo logo, ma, secondo me, almeno i colori della bandiera potevano lasciarli!

Per chi fosse nostalgico della precedente bandiera, se si esegue una prova di stampa verrà il logo di Windows con la bandierina.

Altre modifiche

Le modifiche che al momento ho notato sono veramente tante, ma mi limiterò a fare un rapido elenco.

Commento finale

Per me, Windows 8 è un prodotto già maturo adesso (anche se ovviamente con qualche lacuna). Lo stile Metro può piacere o non piacere, però Microsoft dovrebbe dare la possibilità di disattivarlo.

Il sistema è veloce e scattante, l’avvio richiede pochissimo tempo. Dopo un po’ si ci abitua alla nuova interfaccia, e diventerà tutto automatico una volta presa confidenza.

Non vi resta che scaricarlo e provarlo voi stessi!

Cosa ne pensate del nuovo Windows 8?

Prime impressioni su Windows 8 Consumer Preview

Danilo Civati

Danilo Civati

Nato a Genova, è appassionato di informatica, di cui svolge ancora gli studi, e fotografia. Fondatore del sito e scrittore principale di notizie e articoli, talvolta non manca lo spazio anche per scrivere qualche Software.

Potrebbero interessarti anche...