btdn2743x0uc77s2Pochi giorni fa ho ricevuto una chiamata. Un mio amico, che chiameremo F, ha dimenticato la Password di un sito Web. Per il recupero gli veniva chiesto l’indirizzo email, ma si era dimenticato la Password anche di questo. Per concludere, la procedura di recupero della Password di quell’indirizzo mail rimandava ad un altro indirizzo email di cui si era pure dimenticato l’esistenza. Adesso F non ha più l’accesso al sito Web per via di svariate distrazioni.

Per evitare di fare lo stesso errore, è buona regola segnarsi le Password in un posto sicuro. Se preferite carta e penna, optate per un quaderno. Se avete intenzione di usare qualcosa di meglio, un Password Manager è ciò che fa per voi.

Un Password Manager è, in sostanza, il proprio portachiavi digitale, un punto di riferimento per chiunque tenga almeno un po’ alla propria vita virtuale. Consente di tenere in un solo posto tutte le Password che usate, che siano di siti Web o del proprio PIN del Bancomat.

KeePass è probabilmente uno dei migliori, se non il migliore, Password Manager che possiate desiderare. E’ gratuito e multipiattaforma, e potete sincronizzare i vostri Database anche sui dispositivi Mobile.

Disponibile per Windows, Linux e MacOSX, KeePass è una soluzione Open Source per amministrare in tutta sicurezza le proprie Password.

Una volta installato, possiamo creare un nuovo Database dal menù File, quindi Nuovo. Selezioniamo un percorso e un nome per il nostro Database, quindi confermiamo. KeePass ora ci chiederà come proteggere il nostro portachiavi. Scegliamo una Password Master (l’unica che dovremmo ricordare d’ora in poi!), cioè una Password che viene richiesta per accedere al Database. Se vogliamo più sicurezza, creiamo un File chiave da specificare a KeePass per accedere, o eseguiamo l’associazione all’account utente. Fate attenzione con questa opzione, perché se cambiate Computer o reinstallate il sistema operativo non sarete più in grado di accedere al Database.

Successivamente ci verranno chieste le impostazioni di criptazione. A buona parte degli utenti non interessano queste funzioni, quindi lasciate tutto cosi com’è e premete OK. Accederemo quindi al nostro vero e proprio Database, con già qualche chiave d’esempio.

A sinistra, verranno presentate delle categorie. Sfruttatele per trovare in fretta ciò che state cercando. La parte centrale include le chiavi. Con il tasto destro su una chiave registrata potete copiare temporaneamente la Password negli appunti (quindi fare un semplice Incolla per accedere), usare le funzioni di autocompletamento o gestire la chiave. Eseguendo un doppio click su una voce accederemo invece ad una finestra in cui viene mostrato nel dettaglio la chiave scelta.

Tramite CTRL+I è possibile creare una nuova voce. E’ disponibile anche un generatore di Password per il massimo della sicurezza.

Quando non si è in casa

Talvolta può essere utile avere un portachiavi virtuale anche all’esterno. Grazie al lavoro di alcuni appassionati, KeePass è disponibile per Android, iPhone e iPad, Windows Phone, BlackBerry e i dispositivi basati su Java.

Insomma, KeePass è davvero multipiattaforma. Ovunque siete, con qualcunque dispositivo, potete ritornare al vostro Database ed usarlo appena ne sentite il bisogno.

Certo, F probabilmente non ricorderà mai più la Password di quel sito, ma almeno quelle future adesso sono al sicuro. Forse.

btdn2743x0uc77s2Pochi giorni fa ho ricevuto una chiamata. Un mio amico, che chiameremo F, ha dimenticato la Password di un sito Web. Per il recupero gli veniva chiesto l’indirizzo email, ma si era dimenticato la Password anche di questo. Per concludere, la procedura di recupero della Password di quell’indirizzo mail rimandava ad un altro indirizzo email di cui si era pure dimenticato l’esistenza. Adesso F non ha più l’accesso al sito Web per via di svariate distrazioni.

Per evitare di fare lo stesso errore, è buona regola segnarsi le Password in un posto sicuro. Se preferite carta e penna, optate per un quaderno. Se avete intenzione di usare qualcosa di meglio, un Password Manager è ciò che fa per voi.

Un Password Manager è, in sostanza, il proprio portachiavi digitale, un punto di riferimento per chiunque tenga almeno un po’ alla propria vita virtuale. Consente di tenere in un solo posto tutte le Password che usate, che siano di siti Web o del proprio PIN del Bancomat.

KeePass è probabilmente uno dei migliori, se non il migliore, Password Manager che possiate desiderare. E’ gratuito e multipiattaforma, e potete sincronizzare i vostri Database anche sui dispositivi Mobile.

Disponibile per Windows, Linux e MacOSX, KeePass è una soluzione Open Source per amministrare in tutta sicurezza le proprie Password.

Una volta installato, possiamo creare un nuovo Database dal menù File, quindi Nuovo. Selezioniamo un percorso e un nome per il nostro Database, quindi confermiamo. KeePass ora ci chiederà come proteggere il nostro portachiavi. Scegliamo una Password Master (l’unica che dovremmo ricordare d’ora in poi!), cioè una Password che viene richiesta per accedere al Database. Se vogliamo più sicurezza, creiamo un File chiave da specificare a KeePass per accedere, o eseguiamo l’associazione all’account utente. Fate attenzione con questa opzione, perché se cambiate Computer o reinstallate il sistema operativo non sarete più in grado di accedere al Database.

Successivamente ci verranno chieste le impostazioni di criptazione. A buona parte degli utenti non interessano queste funzioni, quindi lasciate tutto cosi com’è e premete OK. Accederemo quindi al nostro vero e proprio Database, con già qualche chiave d’esempio.

A sinistra, verranno presentate delle categorie. Sfruttatele per trovare in fretta ciò che state cercando. La parte centrale include le chiavi. Con il tasto destro su una chiave registrata potete copiare temporaneamente la Password negli appunti (quindi fare un semplice Incolla per accedere), usare le funzioni di autocompletamento o gestire la chiave. Eseguendo un doppio click su una voce accederemo invece ad una finestra in cui viene mostrato nel dettaglio la chiave scelta.

Tramite CTRL+I è possibile creare una nuova voce. E’ disponibile anche un generatore di Password per il massimo della sicurezza.

Quando non si è in casa

Talvolta può essere utile avere un portachiavi virtuale anche all’esterno. Grazie al lavoro di alcuni appassionati, KeePass è disponibile per Android, iPhone e iPad, Windows Phone, BlackBerry e i dispositivi basati su Java.

Insomma, KeePass è davvero multipiattaforma. Ovunque siete, con qualcunque dispositivo, potete ritornare al vostro Database ed usarlo appena ne sentite il bisogno.

Certo, F probabilmente non ricorderà mai più la Password di quel sito, ma almeno quelle future adesso sono al sicuro. Forse.

KeePass, un Password Manager gratuito multipiattaforma

Danilo Civati

Danilo Civati

Nato a Genova, è appassionato di informatica, di cui svolge ancora gli studi, e fotografia. Fondatore del sito e scrittore principale di notizie e articoli, talvolta non manca lo spazio anche per scrivere qualche Software.

Potrebbero interessarti anche...