Una Password sicura è difficile da creare. Si va dalle combinazioni impossibili, a quelle facili da ricordare fino alle peggiori che uno potrebbe mai inserire. Bisogna dire che creare una Password veramente sicura non è semplice, ma qui vi proponiamo qualche metodo per cercare di farvi trovare la vostra password ideale: quale inserire, dove e cosa evitare.

Tutto dipende poi dalla vostra fantasia e dalla vostra capacità di memoria.

Usare una password di qualcosa che conoscete solo voi o qualche conoscente stretto, come ad esempio la vostra fantasia più nascosta, sarà difficile da trovare da qualcuno che vi conosce. Usare come password il vostro animale preferito, che probabilmente lo sapranno tutti i vostri amici, non è una buona idea. Se a questa password (di una lunghezza superiore ad almeno 6 caratteri, per sicurezza) si aggiunge un carattere maiuscolo – possibilmente non ad inizio parola – e qualche numero, le probabilità di essere trovata diminuirà parecchio.

Usando poi qualche simbolo a caso il quadro è completo, ma facciamo attenzione ai possibili attacchi bruteforce che potrebbero verificarsi, in questo caso trovare una combinazione di questo tipo è semplice.

Il pericolo di rendere una password troppo complicata è che una parola semplice da ricordare, come Superman, possa diventare $↑xM@n, che molto probabilmente vi sarete già dimenticati una volta confermata. Un buon metodo per ricordarsi queste cose è quindi farsi regole mentali da seguire, ad esempio, ogni tre caratteri mettere un determinato simbolo. In questo modo la scelta del simbolo non sarà casuale ma mnemonico, e sarà più semplice da ricordare.

Per cui, mantenendo Superman come esempio, possiamo farlo diventare 5Uxm@N, che soddisfa la sicurezza standard. Sostituire ‘per’ con ‘x’ fa in modo anche di evitare il più possibile attacchi bruteforce, soprattutto quelli pensati nel sostituire caratteri con simboli e numeri.

Una password sola per tutte

Se preferite usare un programma per memorizzare le password, possiamo usare Keepass, ne abbiamo già parlato in passato. Sarà l’ultima password che dovremmo ricordare, quindi potrete inserire password impossibili da ricordare generate automaticamente da Keepass stesso o altri servizi senza doversi preoccupare di perderle. Unica pecca, perdendo il file di Keepass o la sua Password (nonostante sia in locale non sottovalutate i consigli detti sopra!) perderemmo tutte le Password salvate. Sarebbe parecchio fastidioso, per cui tenete una copia in servizi di Cloud Storage (Dropbox, ad esempio) del File di Keepass, o su una pendrive custodita con cura. Siate paranoici, non si sa mai.

Le Password più comuni

SplashData di recente ha stilato una lista delle 25 password più usate del 2015.

Troviamo i sempre verdi password, qwerty, football, baseball, welcome, numeri in ordine, per passare a dragon, abc123, master, login e il nuovo arrivato starwars. Ce ne sono poi altri, ma questo è un esempio di come non fare una password sicura. E di come molta gente abbia poca fantasia.

Una Password sicura è difficile da creare. Si va dalle combinazioni impossibili, a quelle facili da ricordare fino alle peggiori che uno potrebbe mai inserire. Bisogna dire che creare una Password veramente sicura non è semplice, ma qui vi proponiamo qualche metodo per cercare di farvi trovare la vostra password ideale: quale inserire, dove e cosa evitare.

Tutto dipende poi dalla vostra fantasia e dalla vostra capacità di memoria.

Usare una password di qualcosa che conoscete solo voi o qualche conoscente stretto, come ad esempio la vostra fantasia più nascosta, sarà difficile da trovare da qualcuno che vi conosce. Usare come password il vostro animale preferito, che probabilmente lo sapranno tutti i vostri amici, non è una buona idea. Se a questa password (di una lunghezza superiore ad almeno 6 caratteri, per sicurezza) si aggiunge un carattere maiuscolo – possibilmente non ad inizio parola – e qualche numero, le probabilità di essere trovata diminuirà parecchio.

Usando poi qualche simbolo a caso il quadro è completo, ma facciamo attenzione ai possibili attacchi bruteforce che potrebbero verificarsi, in questo caso trovare una combinazione di questo tipo è semplice.

Il pericolo di rendere una password troppo complicata è che una parola semplice da ricordare, come Superman, possa diventare $↑xM@n, che molto probabilmente vi sarete già dimenticati una volta confermata. Un buon metodo per ricordarsi queste cose è quindi farsi regole mentali da seguire, ad esempio, ogni tre caratteri mettere un determinato simbolo. In questo modo la scelta del simbolo non sarà casuale ma mnemonico, e sarà più semplice da ricordare.

Per cui, mantenendo Superman come esempio, possiamo farlo diventare 5Uxm@N, che soddisfa la sicurezza standard. Sostituire ‘per’ con ‘x’ fa in modo anche di evitare il più possibile attacchi bruteforce, soprattutto quelli pensati nel sostituire caratteri con simboli e numeri.

Una password sola per tutte

Se preferite usare un programma per memorizzare le password, possiamo usare Keepass, ne abbiamo già parlato in passato. Sarà l’ultima password che dovremmo ricordare, quindi potrete inserire password impossibili da ricordare generate automaticamente da Keepass stesso o altri servizi senza doversi preoccupare di perderle. Unica pecca, perdendo il file di Keepass o la sua Password (nonostante sia in locale non sottovalutate i consigli detti sopra!) perderemmo tutte le Password salvate. Sarebbe parecchio fastidioso, per cui tenete una copia in servizi di Cloud Storage (Dropbox, ad esempio) del File di Keepass, o su una pendrive custodita con cura. Siate paranoici, non si sa mai.

Le Password più comuni

SplashData di recente ha stilato una lista delle 25 password più usate del 2015.

Troviamo i sempre verdi password, qwerty, football, baseball, welcome, numeri in ordine, per passare a dragon, abc123, master, login e il nuovo arrivato starwars. Ce ne sono poi altri, ma questo è un esempio di come non fare una password sicura. E di come molta gente abbia poca fantasia.

Come creare una password sicura (e come non farlo)

Danilo Civati

Danilo Civati

Nato a Genova, è appassionato di informatica, di cui svolge ancora gli studi, e fotografia. Fondatore del sito e scrittore principale di notizie e articoli, talvolta non manca lo spazio anche per scrivere qualche Software.

Potrebbero interessarti anche...